College pubblico

Pubblicato September 11, 2020

La sessione di Settembre sta per iniziare e i nostri studenti hanno alcuni consigli da darvi per affrontare il College con successo ma in modo più rilassato.
 
Plagio
 
Il plagio consiste nell’usare il lavoro altrui sostenendo che sia il proprio. È necessario prestare molta attenzione quando si scrivono e consegnano ricerche o progetti, infatti ogni College ha un proprio software tramite cui può fare un’attenta analisi del lavoro e così risalire alle fonti usate, siano esse su Internet o parte delle ricerche degli ex studenti. Alcune scuole condividono addirittura un database comune! I College canadesi prendono molto seriamente il plagio, tanto che perfino copiare una sola frase potrebbe condurre a voti non sufficienti o alla sospensione dal programma.
Tuttavia, esistono alcuni trucchi per ovviare al plagio. Prova a rielaborare le frasi. Se non riesci a trovare dei sinonimi, cambia l’ordine delle parole. Puoi anche usare delle citazioni e riportarle nelle fonti o a pie’ di pagina. Quest’ultima è probabilmente la via più semplice, ovviamente non bisogna abusarne (magari limitati a 2 o 3, giusto per risultare più colto).  
 
Frequenza
 
Alcuni professori considerano la frequenza delle lezioni un punto fondamentale. Se ti assenti più di due o tre volte, potresti rischiare di avere una “F” come voto finale. Ricordati che se sei in Canada con uno Study Permit la frequenza è uno dei requisiti da rispettare.
Un numero molto limitato di assenze potrebbe portare a un voto complessivo più alto (da 5 a 10 punti). Il voto finale per passare un corso varia tra 50 – 60 punti, per cui qualche punto extra potrebbe essere fondamentale per evitare di ripetere il corso.
 
Copiare
 
È assolutamente vietato copiare in tutte le scuole canadesi! Se il professore vi coglie sul fatto, potrebbe annullare l’esame o addirittura sospendervi dal corso.
 
Libri
 
Come in Italia, i libri nuovi sono piuttosto costosi. Un modo per risparmiare è quello di contattare i precedenti studenti del College, tramite Facebook o attraverso gli annunci apposti sulle bacheche, e acquistare i libri da loro. In alternativa, alcune librerie hanno intere sezioni dedicate ai libri usati. 
 
Lavori di Gruppo
 
Quasi ogni corso prevede almeno un progetto da svolgersi in gruppo. I gruppi sono solitamente composti da 4 – 6 persone e i lavori andranno consegnati entro la fine del semestre. Se si ha la possibilità di “creare” il proprio team, circondatevi di persone che hanno competenze in campi diversi: chi non ha bisogno di qualcuno esperto in informatica, che sappia scrivere correttamente un saggio o che non abbia problemi a parlare in pubblico?
 
Scadenze
 
Le scadenze sono estremamente importanti. Generalmente i professori detraggono uno o più punti per ogni giorno di ritardo e si corre il rischio di avere una “F” come valutazione finale. Inoltre, se il progetto vale 50 – 60 punti, si rischia di dover ripetere l’intero corso.
 
Un consiglio? Siate responsabili e rispettate le regole del College. Dopotutto avete investito tanti soldi in questo percorso perché’ rischiare di gettare tutto all’aria?
 

Valentina ci racconta la sua esperienza durante il college pubblico:

1.       Come hai scelto il tuo programma al college?

Woori mi ha aiutata nella scelta del programma. Inizialmente ero molto confusa su quale tipo di percorso educativo fosse più adatto al mio futuro, ma con l’aiuto di Woori sono riuscita a chiarirmi le idee.  Media Foundation mi ha offerto la possibilità di esplorare varie opzioni di carriera nel settore dei media, sviluppando al contempo le competenze necessarie ad entrare nel mondo lavorativo.

2.       Come ti sei ambientata con i tuoi compagni di corso?

Durante il primo semestre ho avuto la possibilità di potermi integrare con i miei compagni di corso. La maggior parte erano studenti locali e quindi ho potuto immergermi sempre di più nella loro cultura e di conseguenza migliore il mio livello di inglese.

3.       Com’e stata l’esperienza di studiare online?

Studiare il secondo semestre online è stata sicuramente un’esperienza memorabile. È stata un’alternativa interessante e nuova sia per me che per i miei professori dalla quale abbiamo imparato molto. Trovarsi ogni giorno in classi virtuali e’ stato sicuramente interessante ma allo stesso tempo ha causato la perdita di attenzione da parte di alcuni studenti. 

D’altra parte studiare online ha avuto anche i suoi vantaggi, risparmi a livello economico (trasporti pubblici, pranzo), tempo (tragitto casa-college) 

4.       Raccontaci di come hai gestito il lavoro part time durante gli studi.

Durante il mio percorso di studio a George Brown sono riuscita a lavorare part time senza problemi. In particolare durante il secondo semestre, essendo proposto interamente online, sono riuscita a lavorare in modo più sereno e flessibile. L’alternanza di studiare online e lavorare all’aria aperta ha dato il giusto equilibrio al mio benessere.



Registrati per la newsletter.